autori


Anna Teresa Iaccheo psicopedagogista, naturopata, esperta in Discipline Bio-Naturali e Olistiche. Ricercatrice in Psico-Sociologia della Salute.

Conseguita la laurea si dedica alla sua passione: la ricerca, orientandosi a un modello di indagine interdisciplinare e multidisciplinare. Sceglie di affiancare alla ricerca accademica convenzionale un percorso di approfondimento della psicoanalisi freudiana e junghiana, sino a giungere  all’energia orgonica di Wilhelm Reich e alla Bioenergetica, che amplia ulteriormente occupandosi di Radiestesia e di Radionica. Matura, lungo il percorso personale e professionale, la scelta di perseguire un modello di ricerca, che diviene cerca, olistica indipendente dal mondo accademico. Prende forma la convinzione, sempre più radicata nel corso degli anni, che la vera scientia non possa essere separata dallo spirito. Approfondisce la conoscenza della floriterapia di Bach, della cristalloterapia, della cromoterapia e dell’aromaterapia quali strumenti utili nell’approccio terapeutico psico-pedagogico. È socio fondatore dell’Accademia Italiana di Medicina Vibrazionale costituita nel 1997, e si occupa in modo specifico della branca psico-energetica - denominata Bioarmonizzazione - di tale Accademia di studio e di ricerca. Prende parte alla sperimentazione dell’innovativo sistema Bioarmon®. Alla fine degli anni Novanta, presso l’Unione Industriali di Torino, presenta ufficialmente e illustra i principi della Bioarmonizzazione e l’utilizzo degli strumenti bioarmonizzanti (suoni, colori, aromi, cristalli ed essenze floreali) quali “chiavi conoscitive e terapeutiche” della triade corpo - mente - spirito. Coltiva l’amore per i testi antichi e studia le filosofie orientali con la volontà di attivare un dialogo interculturale nella ricerca. Approfondisce in particolar modo l’interesse per le antiche medicine tradizionali e per le medicine non convenzionali conseguendo il Doctor of Science in Naturopathy major: Psychoanthropology (USA). Conscia dell’importanza di comprendere l’uomo nella totalità, amplia la formazione,  nell’ambito delle discipline olistiche, con il Doctor of Osteopathic Medicine (USA). In Italia, è iscritta alla Federazione Nazionale Naturopati Heilpraktiker Professionisti (FNNHP) e all’Associazione Medicina Integrata e Naturopatia (A.M.I.N.). È presente per alcuni anni in qualità di relatrice ai corsi organizzati dalla Scuola post-universitaria di Ipnosi Clinica e Sperimentale (C.I.I.C.S) sul tema: Malattia, Salute e Bioarmonizzazione, proponendo una visione multidimensionale dell’individuo e di conseguenza della cura o meglio dell’aver cura. Collabora con la Prognos-Italia a un progetto di ricerca nell’ambito della Medicina Energetica, che si traduce in un modulo di indagine riguardante la Meridianometria Funzionale Computerizzata. L’amore per la cerca la induce a confrontarsi con realtà diverse, conscia che i saperi da tempo separati debbano tornare a dialogare. In qualità di membro associato presenta tale modello di ricerca all’Accademia delle Scienze, con sede nella Repubblica di San Marino. Conoscere l’Uomo nella sua totalità e integrità significa anche porre attenzione al luogo in cui vive: il pianeta e la casa. Si occupa infatti di Biometereologia e Bioclimatologia e contemporaneamente di Architettura Vibrazionale. È stata membro della Scuola Italiana di Ecopsicologia e della Società Europea di Ecopsicologia. Dopo aver conseguito il Diploma del Corso di Alta Formazione in Sociologia della Salute e Medicine non Convenzionali organizzato dall’Università degli Studi di Bologna, si caratterizza il suo interesse per la prevenzione intesa come azione sui modelli di pensiero e di comportamento; è socia della SIPSA - Società Italiana di Psicologia della Salute. È promotrice e divulgatrice di un progetto sull’olismo dal titolo Nel mondo di Olos: in viaggio alla cerca dell’uomo, tenendo numerose conferenze. In tale ambito presenta l’ulteriore evoluzione della Medicina Vibrazionale: l’Olomedicina.

È membro della Società Italiana di PsicoNeuroEndocrinoImmunologia  (SPNEI). Collabora attualmente con Roberto Varrasi a un progetto di ricerca sull’Ipnosi Olodinamica, nel quale si occupa in modo specifico di  Olocoscienza. Da anni associa all’attività di libera professionista nel suo studio di Torino quella di conferenziera e di scrittrice, per diffondere il significato e il valore della Conoscenza Olistica. Ha pubblicato: Donne armate (ed. Mursia); Donne che scrivono ti amo (ed. Liber Internazionale); Alla cerca della Verità (Pagina Uno).


Tommaso Iorco ha fondato nel 1989 l'associazione culturale Aria nuova. Attore, regista e drammaturgo, ha al suo attivo spettacoli come Il figlio del corpo, Una stagione all'inferno, Pangea, oltre al videodocumentario Kaosmos. È inoltre autore del saggio Savitri, l'epopea della vittoria sulla morte di Sri Aurobindo (Edizioni Sarva) e del poemetto Amritagni (Edizioni Anaphora), e curatore de L'inganno dell'illuminazione di U. G.


Luigi Ioverno, medico e psicoterapeuta, dopo aver conosciuto Sai Baba nel 1990, ha intravisto nella Psicologia Integrale derivata dal Samkhya Yoga, da lui insegnata, la possibilità di creare un collegamento attendibile tra la psicoanalisi e la spiritualità. Da ciò ne sono nati due libri: “Il Gioco Autentico” (autorizzato alla pubblicazione direttamente dal Maestro nel 1992) e “Psicologia Integrale”: l’evoluzione psicologica e spirituale di Gesù”. Successivamente approfondendo lo studio, ha visto che il campo poteva essere allargato alle neuroscienze e, difatti, ne sono scaturiti altri due libri: “Il vero peccato originale” e “Le intelligenze dell’Io”.


Swami Ishananda (Valeria Ghilardi) è Purna Sannyasin dell’ordine dei Saraswati. Discepola, dal 1982, di Paramahamsa Satyananda, grande esponente dei Tantra e dello Yoga Integrale, è docente dei corsi di formazione per l’abilitazione all’insegnamento dello Yoga secondo il Metodo Satyananda. Nel suo cammino yogico, si è prodigata a introdurre lo Yoga Integrale in campo sociale. Ha fondato la Scuola di Yoga Integrale Kalpa Vriksha Satyananda, con sede a Piossasco (TO) e il Centro Yoga Educativo Satyananda, con sede a Torino. Il volume è frutto dell’esperienze acquisite dall’autrice nel campo sociale.


Abd al Rahmân Jâmi. Personalità fra le più eminenti nel panorama letterario della Persia classica, gli storici lo ricordano come l’ultimo dei grandi nomi dell’età aurea, e insieme come una delle figure più dotate e geniali - Abd al-Rahmân Jâmi (817/1414 - 898/1492) ha inoltre un posto a sé stante, per la sua statura di spirituale e di mistico. Un interesse profondo per la ricerca, e un grande amore per i sapienti della via sufica segnarono fin dalla giovinezza la sua vita, plasmando in lui uno spirito assorto, autonomo e alieno dai compromessi, tanto che i biografi riconoscono in lui l’ideale nezamiano del poeta  che rifugge l’adulazione dei potenti e si fa strada per i suoi meriti.

Vissuto in ambiente di corte - in particolare, a quella timuride di Herat, sotto il governo del sultano Hoseyn Bayqara ( 1469-1506 ) - celebrato dai suoi contemporanei, Jâmi non trascurò mai il perfezionamento della conoscenza e del carattere: l’affiliazione alla confraternita Naqshbandi, della quale divenne maestro (shaykh) e di cui celebrò spesso le virtù, fu il segno tangibile della sua profonda dedizione spirituale.


William Quan Judge fu un mistico, esoterista e occultista teosofo, e uno dei fondatori della prima Società Teosofica. Nacque a Dublino, in Irlanda, da H. Frederic, di professione giudice, e Mary Alice Quan. All'età di 13 anni, dopo la morte della madre, la sua famiglia emigrò negli Stati Uniti. William fu naturalizzato cittadino americano a 21 anni. Studiò diritto e passò l'esame di stato come avvocato specializzato in legislazione commerciale. Nel 1874 sposò l'insegnante Ella M. Smith, devota Metodista che  respinse inizialmente la Teosofia, ma poi dopo la morte del marito nel 1896 aderì alla Società Teosofica. Judge fu affetto dalla malattia di Chagas (tripanosomiasi americana), che si aggravò a causa dello stress dovuto alle vicende della Società Teosofica. Morì il 21 marzo 1896; il suo corpo fu cremato il 23 marzo.