autori


Baroetto Giuseppe nato a Torino nel 1959, si è laureato in filosofia presso l'Istituto Orientale di Napoli, discutendo una tesi sul buddhismo tibetano con il professor Namkhai Norbu. Successivamente ha approfondito gli studi sulle religioni del Tibet con maestri sia bud-dhisti sia bonpo. Ha al suo attivo la pubblicazione di saggi e traduzioni dal tibetano sulla spiritualità del Tibet.


Baba Bedi, 1909-1993. È il sedicesimo discendente di Sat Guru Baba Nanak, fondatore della fede Sikh vissuto in india tra il 1469 e il 1538. Laureato in Punjab ha proseguito gli studi a Oxford e in Germania. Durante la guerra di liberazione dell’India dalla dominazione inglese ha conosciuto come patriota le durezze della prigionia. In seguito ha fondato, a New Delhi, l’Istituto di Ricerca del non-conosciuto. Nel periodo della sua permanenza in Italia, a partire dagli anni ‘70, ha svolto un’intensa attività come terapeuta ed insegnante. Direttore di studi del Centro di Filosofia Acquariana, di Milano. 

Edoardo Barella,  socio-economista, studioso di problemi dello sviluppo per conto di organismi internazionali (Nazioni Unite ed Unione Europea), ha avuto contatti con le culture di numerosi paesi, concentrandosi sulla spiritualità orientale. Attualmente vive a Gubbio,  in provincia di Perugia, dedicandosi interamente a questo tipo di ricerche. Questo libro è il risultato di un quarto di secolo di esplorazioni, contatti e riflessioni sulla materia.


Egle Bastia è nata nel 1955 a Torino dove risiede.

Ha vissuto anche a Padova ed a Trento. Fin da giovane si è distinta per la sua ricerca di significati

unificanti in vari ambiti dell’esistenza. Figlia del suo tempo ha compiuto molti viaggi alla ricerca di fonti e linguaggi spirituali in India ed in Europa,

incontrando maestri quali Krishnamurti, Osho, Sai

Baba, il Dalai Lama, Gurumayi e facendo esperienza

di comunità a Pondicherry, Auroville, Pomaia,

Findhorn, Villa S. Ignazio, sempre alla ricerca di

un’integrazione. Ha conseguito il Diploma I.S.E.F a

Torino, la Laurea in Psicologia all’Università di Padova, l’abilitazione all’insegnamento e l’abilitazione alla professione di Psicologo, ha frequentato il biennio in Pastoral Counseling presieduto da p. Livio Passalacqua s.j. e ha praticato gli Esercizi Spirituali Ignaziani con padre Gigi Movia s.j. a Villa S.Ignazio a Trento; ha ottenuto il diploma di Master Universitario in Scienza e Fede (Facoltà Teologica Settentrionale di Torino) presieduto da prof. don Valter Danna. Fondatrice dell’Associazione Scuola Ansuz, con sede a Padova e a Torino, all’interno della quale dirige i percorsi di formazione in  Counseling ad orientamento evolutivo. In qualità di Direttrice ha partecipato al seminario di ricerca sul tema: La relazione d’aiuto fra teologia e psicologia presso la Facoltà Teologica del Triveneto, presieduto da prof. don Andrea Toniolo, pubblicando il suo contributo inserito nel libro Scienze della Psiche, libertà dello Spirito curato da don G. Mazzocato.


John G. BennettScienziato, filosofo, matematico, derviscio errante, ufficiale dei servizi segreti, funzionario politico, uomo d’affari, ricercatore scientifico, leader spirituale, marito, padre e autore prolifico di una vasta serie di libri e discorsi sui vari aspetti dell’opera di Gurdjieff, di cui ha presentato un’interpretazione potente, viva ed originale, nonché profondo conoscitore del Sufismo, Bennett fu un visionario dall’approccio pratico, implacabile nella sua dedizione allo sviluppo del potenziale umano ed acutamente consapevole della necessità di contrastare la tendenza distruttiva del genere umano, con un occhio di riguardo alle nuove generazioni in un periodo, gli anni 70, in cui tutta la conoscenza acquisita era messa in discussione e vi era un grande anelito verso nuove verità ed esperienze.Egli consacrò la propria vita alla trasmissione delle comprensioni acquisite lungo il suo cammino alla ricerca della verità, che lo portò a studiare con Gurdjieff, Ouspensky, Madame Ouspensky, Mohammad “Pak” Subuh, Idries Shah ed il mistico Hindu Shivapuri Baba, in una ricerca spesso tacciata di frivolezza o tradimento, ma in realtà tesa con assoluta continuità di intenti al raggiungimento della Liberazione.


Laura Boggio Gilot, psicologo sicoterapeuta, istruttore di meditazione (Ashram Vidya); fondatore e presidente dell’AIPT, cofondatore e già presidente dell’Eurotas, cofondatore e presidente dell’ETPA; autore di numerose opere di psicologia e spiritualità (Forma e sviluppo della Coscienza; Crescere oltre l’io, ecc.).


Ambrogio Bonfanti nato a Carnate, in provincia di Milano il 16 febbraio 1951.
Dalle sue parole: ‹‹Presto la pittura divenne una pratica continua ogni volta che era possibile. Insieme alla pittura crebbe l’interesse conoscitivo che spaziava in ogni campo, con prevalenza verso la scienza naturale (botanica, mineralogia), la filosofia, la psicologia, ecc. L’interesse per la pittura, unitamente all’incontro coi fondamenti scientifico-spirituali dati dall’Antroposofia, mi portò ad iniziare uno studio all’estero. Sono stato a Stoccarda presso la Christengemeinschaft, e poi a Dornach, dove ho completato lo studio di pittura frequentando la scuola di Beppe Assenza. Oltre agli esercizi proposti dalla scuola mi interessai all’esperienza della linea; sia come mezzo espressivo, sia come archetipo di un movimento; considerando anche lo SPAZIO entro cui è collocato l’elemento lineare. A questo studio ero stato stimolato dal libro di Kandinsky: “Punto, linea e superficie”. Al ritorno in Italia mi sono più volte trasferito (Conegliano, Valle d’Aosta, Biella), proponendo ovunque corsi di pittura. Fu in Valle d’Aosta che ebbi la necessità di condensare gli studi e le mie esperienze col colore. Mentre affrontavo i diversi argomenti, divenne chiara una traccia, un filo conduttore, tutto si stava coordinando in modo inaspettato. Emerse così un quadro comprensivo sulla conoscenza del colore; e mi fu chiaro che poteva nascere un libro sul colore››.


Giampiero Boveri (23/04/1943-18/05/2004), Arch. e Ing., cattedra di tecnica delle costruzioni (Facoltà di Agraria Università di Torino). Studioso delle filosofie orientali, di Feng-Shui. A fine anni ’60 è discepolo del Prof. K. Dürckheim. Negli anni ’70 entra in contatto con la scuola di Gurdjieff.

Conosce i Maestri Y.Donden ed Engaku Taino, Chang Dsu Yao, Ming Wong C.Y, e G. Muradoff. Negli anni ’90 ha cominciato a costruire secondo i metodi tradizionali sulla collina torinese un centro interdisciplinare, dove poter riunire tutte le sue conoscenze, interrotto poi dalla sua morte.


Susan Brenner, MA, LMFT ha molti anni di esperienza come body-centered psicoterapista. È stata una dei membri del gruppo originale di formazione secondo il Metodo Rosen che ebbe inizio nel 1978. Ha insegnato il Metodo Rosen in Germania, Svezia, Francia e Norvegia. La sua attività privata come praticante del Metodo Rosen e come psicoterapista si svolge a New York City in Westport, Connecticut.